mercoledì 30 giugno 2010

Panini ungheresi




Panini Ungheresi

"Ho incontrato i pogacza una mattina al mercato generale di Budapest , su un enorme bancone che ne era pieno , in una decina di derivazioni diverse . Ne ho assaggiato uno e l'attimo dopo , come per miracolo , c'era una bustina di quasi un chilo di minipanini nello zaino , con l'idea che prima o poi li avremmo assaggiati con calma . La verità è che i panini sono rimasti nello zaino per tre giorni , così al momento di riprendere l'aereo ,c'era da decidere cosa fare con quella busta che presentava ormai evidenti tracce di unto … Li ho riportati a casa lo stesso e messi in frigo . Due giorni dopo , al rientro da un concerto , la sera tardi , affamati e con il frigo vuoto , abbiamo messo al forno un po' di questi panini . E qui si è verificato il secondo miracolo del pogacza : sono talmente pieni di burro che si conservano in qualche modo , per diversi giorni e rimessi al forno tornano perfettamente fragranti . E così abbiamo fatto cena , una notte di maggio , con dei bocconcini burrosi che erano in viaggio da più di quattro giorni . Ed erano ottimi !"
Sono stata invitata alla "Festa del cavolo", io porterò un sacchetto di questi buonissimi panini ungheresi ....
Ecco cosa mi ha fatto scegliere questa ricetta : una mano che mette una busta di panini nello zaino , il viaggio dei panini , ritrovarli una sera tornati a casa affamati , e con il frigo vuoto . Metterli in forno ed fare lo spuntino più stuzzicante e fragrante del …..mese di maggio . Cosa aggiungere a tale perfezione ?
Li ho rifatti tali e quali , non avevo i semi di cumino , ma il cumino in polvere . Il profumo c'era .
E già che c'erano anche i pogacza caldi , li ho accompagnati a filetti di sgombro affumicato e burro salato .
Erano davvero ottimi ! Che lo saranno anche tra diversi giorni .....ci fidiamo assolutamente della cavoletta .
http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/06/la-festa-del-cavolo


Pogacza

500 gr farina
350 gr burro
1 dl panna acida
2 tuorli + 1 uovo
1 cucchiaio di zucchero
10 gr lievito fresco
sale
semi di cumino

Mescolare la farina con lo zucchero . Aggiungere 250 gr burro morbido , 2 tuorli , il lievito sciolto in 2 cucchiai di acqua tiepida , la panna e un pizzico di sale , ed impastare il tutto per 10 ' , aggiustando con un po' di farina se l'impasto dovesse risultare troppo colloso . Alla fine si ottiene un impasto morbido ed elastico . Lasciare lievitare coperto per un'oretta . Stendere poi l'impasto in un rettangolo spesso 1 cm , spennellarlo con un terzo del burro rimanente , morbido e ripiegare i due lembi più corsi verso il centro , poi piegare il tutto di nuovo , n modo da ottenere un pacchettino di 4 strati . Avvolgere con la pellicola e riporre al fresco per 20 minuti . Ripetere la stessa operazione altre 2 volte . Dopo l'ultimo riposo , stendere l'impasto con il mattarello a 1 cm di spessore , ritagliare (con un tagliapasta di 5 cm ) i panini , spennellarli con l'uovo sbattuto , aggiungere un po' di semi di cumino , in superficie e infornare a 190 ° per una ventina di minuti o finchè i panini saranno lievitati e dorati . Servire ancora caldi . Per circa 20 pogacza







15 commenti:

Anonimo ha detto...

e come facevo a non postare un commento una volta vicina al computer e dopo aver preso coraggio e scritto sul blog di acquaviva!
Che meraviglia!!!!!! Copio subito e provo!
Paola ( anche qui commento postato come "anonimo" se non recupero la mia passwors <Google

Chiara ha detto...

@Paola : grazie Paola !
........volevo ben vedere ! un commento ad acquaviva e a me noooooo ??????? :-))))))))
un baciotto , buona giornata

CorradoT ha detto...

Me ce ne porti un assaggio, quando ci vediamo? Tanto col caldo che fa non c'e' bisogno di passarli al forno....

Cleare ha detto...

mamma quanto burro! ihihhi nn penso vadano d'accordo con le temperature ke si registrano in casa mia in questi giorni..ma mi segno la ricetta per tempi + freschi!

Monica ha detto...

Non ti stiamo dietro. . . . sei un ribollir di ideee.......golosi questi bocconcini!!
Buoni, da fare appena raffresca!!!!
Buona giornata cara Chiaretta

acquaviva ha detto...

brava a testare una ricetta ungherese. Chissà che ne penserebbe il giu-giudice... che dici, lo facciamo tornare per dircelo?!

Corsi di cucina in Veneto ha detto...

Il burro dona caratteristiche stupende a tutti i piatti in cui è presente, anche se ovviamente i colesteroli aumentano a dismisura.

Però, se il burro è ben trattato, per fortuna molto si può fare per apprezzarne le caratteristiche senza pagare troppo in salute.

Usare il burro chiarificato, ad esempio, aumenta di qualche decina di gradi il suo punto di fumo e l'intensità del suo aroma, così che si possa diminuirne la quantità.

Poi, piuttosto che rinunciare, credo sia meglio diminuire la consumazione del cibo che ne contiene in quantità, ma quella volta che lo si mangia, che ne valga la pena.

giu ha detto...

Belli :)))) proprio belli :)

Comunque, per la cronaca: POGACSA
(pron.: pogacia). Per gli amici invece poghi :)))
Sono un po' un classico di tutti gli spuntini istituzionali, anche se quelli veramente buoni ormai li fanno in pochi.

Ily ha detto...

Brava Chiara sono proprio golosi questi panini.
Sicuramente da provare tanto il mio forno è sempre acceso anche d'estate:-))))
....e poi che onore un commento di Giu in persona!!

giulia pignatelli ha detto...

che buoni che devono essere!

Chiara ha detto...

@Corrado : assaggi ? mi sembra che non ci siamo fatti mancare nulla ! veramente notevole la caciosteria !
@Cleare :è vero , ma sono daccordo con gli amici dei Corsi di cucina in Veneto , provala quando fa più freschetto :-) Ciao , grazie della visita .
@Monica : mi sei mancata durante lo shopping -pentolini & c :-) Ma abbiamo fatto dei programmi niente male per i prossimi mesi ...
@Acquaviva : altrochè se lo facciamo tornare , e se non torna lui , ....partiamo noi ! Mi sembra di averla già sentita questa cosa :-))))))
@Corsi di cucina in Veneto : la penso come voi , i 4 panini che mi sono concessa erano talmente buoni che ne valeva la pena . Grazie per il commento e per la visita . A presto
@Giù ....in persona !!!!!nonchè la manina (va beh !) che ha infilato il sacchetto di poghi nello zaino ...
Devo proprio venire ad assaggiare quelli originali , mi farai da guida vero ? Stiamo organizzando un gruppo vacanze piemonte ...inizia pure a spaventarti :-)))))
@Ily : grazie , ci sei mancata pure tu ! un abbraccio forte !
@Giulia : benvenuta ! si , sono proprio buoni ... ciao !

Aurore ha detto...

Davvero belle ricette e bel blog, se vuoi partecipare alla mia raccolta La Cuisine en Rose … http://biscottirosaetralala.blogspot.com

paolo ha detto...

che carini questi paninetti!!
buona settimana

Anonimo ha detto...

belli....... ed è una buona idea usarli come panini. noi in ungheria li mangiamo "vuoti". però proverò senz'altro come sono farciti ;-) anche perché da quando vivo in Italia non li ho più fatti :-( Eva

Henrietta Lóránt ha detto...

:) non mi ricordo nemmeno come sono finita a questo blog... mi fa tanto piacere a rivedere il ns "pogácsa" (in plurale "pogácsák")su un blog italiano che lo sta esaltando anche... come scrivevi ci sono delle sue variazioni infinite ... appena avró piú tempo mi ricorderó di inviarti alcune ricette baci anche cosí sconosciuta... :)