giovedì 17 giugno 2010

Tartelletta , crema di formaggio e ciliegie


Sono arrivate le ciliegie , sopratutto sono arrivate ad un prezzo “decoroso” . E' bastato aspettare un po' ed il costo è diminuito ma il sapore ed il profumo dei frutti a giusta maturazione , è sicuramente aumentato . A questo punto , una tartelletta golosa , composta da un guscio di pasta sablè , con un ripieno di Philadelfia , non troppo dolce , ricoperto da succose ciliegie …...... ci sta proprio bene !
La ricetta della pasta sablè e di A. Ducasse

Pasta sablè
120 gr burro a pomata
2 gr sale
50 gr zucchero a velo
25 gr farina di mandorle
25 gr zucchero a velo
40 gr uova
200 gr farina
½ baccello di vaniglia

250 gr formaggio philadelfia
1 uovo
50 gr zucchero a velo vanigliato
scorza di limone grattugiata
500 gr ciliegie
50 gr zucchero

Lavorare velocemente gli ingredienti della pasta sablè , lasciarla riposare in frigo per h2 .
Stenderla dello spessore di 3mm , e rivestire gli stampi da tartelletta . Cuocere in forno caldo a 160° fino a colorazione bionda .
Amalgamare il formaggio con lo zucchero a velo e la scorza di limone . Riempire per 2 / 3 il fondo della tartelletta con il composto e cuocere in forno a 150° per 4' . Fare raffreddare .
Denocciolare le ciliegie , tagliarle a metà e cuocerle con lo zucchero per 5' . Lasciarle raffreddare e disporle sulle tartellette .




9 commenti:

letizia ha detto...

prima....
semplice ,veloce,deliziosa,invitante. Non è per ripetersi ma è sempre una garanzia aprire la tua finestra entra sempre una deliziosa arietta di mare che mi accompagna in queste giornate un pò particolari....un abbraccio e un bacione da Firenze

Monica ha detto...

Chiaretta . . . è vero sei una certezza, un bacio

Alem ha detto...

questo dolcetto va venire voglia di comprare subito le ciliegie e provarlo!!! :)

Blueberry ha detto...

Che golosità!!! Poi con questo tempaccio sono una vera coccola :-D

Ma dimmi: cos'è il burro a pomata? Sono troppo ignorante! sarà che non uso mai il burro...

san bernardo ha detto...

x Blue....non sarà ..per caso...a temperatura ambiente ossia tolto dal frigo tre ore prima...o giù di lì... per averlo fresco sì ma morbido ....
Sapore di mare , toglici il dubbio....grazie

carola ha detto...

Buongiorno !! un caro saluto anche a san bernardo ;-))
Chiara ormai siamo quasi a meno 15 !! ma queste splendide tartellette ce le farai assaggiare ??
un abbraccio

manuela e silvia ha detto...

Semplici queste tartellette, ma dolci e delicate tra questo semplice formaggio ed un frutto tutto di stagione!
un bacione

Chiara ha detto...

@Letiizia : tu sei un'arietta fiorentina , che fa bene al morale .
un abbraccio , anzi tanti :-)
@Monica: grazie Monica !bacio
@Alem: grazie e ...buone ciliegie a te :-)
@Bluberry:una coccola speciale per te. Il burro a pomata è del semplice burro , lasciato a temperatura ambiente e lavorato fino a farlo diventare come una.. pomata , appunto .
@San Berny: bravo S.B. ! hai vinto una tartelletta :-) baciotti !
@Carola : ....non sto più nella pelle ! sono davvero felice ! baci
@manuela e silvia :benvenute ! grazie della visita . 2 tartellette
anche per voi :-))))))

cecilia ha detto...

Anche a me una tartelletta, ri-slurp! Bravissima Chiaretta, una ricetta dietro l'altra, una più buona dell'altra!