giovedì 3 febbraio 2011

Panissa


La panissa , un piatto povero e semplice della cucina ligure , ma per me , ricco di ricordi ….....
Piaceva molto a mia mamma , ed in inverno compariva spesso sulla nostra tavola , semplicemente condita con olio buono , un po' di aceto , cipolline fresche e pepe macinato al momento .
Lei non potendo dedicare un'ora esclusivamente a girare la panissa , la comperava già pronta , nella classica forma del piatto fondo dove veniva messa a raffreddare . Altrettanto classico era il packaging :-))))) : carta oleata a contatto della panissa e carta paglia a completare il pacchetto .
Ora , a parte che la carta paglia è sparita , e comunque un foglio , costa come 1k di farina di ceci , se trovate la panissa già bella pronta , il gioco è presto fatto .
Se invece volete “giocare” vi racconto di un'altra panissa …......
Tutti i venerdì , la zia Rina , si armava di pazienza e con un cucchiaio di legno e uno strofinaccio avvolto intorno alla mano per proteggersi dagli schizzi bollenti , girava , adagio, adagio, per 1 ora , questa polentina che , diceva lei , non poteva essere abbandonata neppure per 1 minuto e quell'ora di attenzione , la voleva tutta !
Ora , per dirvela davvero tutta …..io l'ho fatta con il Bimby :-)
L'ha girata “ lui” per 1 h , piano piano …. Io l'ho messa a raffreddare in una ciotolina , per ottenere questa piccola cupola per poi tagliarla a spicchi e presentarla in un modo diverso .
Però vi assicuro che i cubotti anche un po' irregolari che faceva mia mamma …...erano più buoni ….....

Panissa

300 gr farina di ceci
1 l acqua
sale
Stemperare la farina di ceci nell'acqua tiepida , in modo che non restino grumi , salare .
Porre sul fuoco e cuocere per 1h rimestando continuamente come per la polenta . Versare nei piatti e lasciare raffreddare . La panissa può essere mangiata in vari modi : tagliata a listarelle e fritta in abbondante olio , oppure condita con olio e cipolline , oppure tagliata a rombi e rosolata in olio e cipolla per porla poi in una pirofila , cospargendola di sugo di funghi e facendola gratinare .
Ricetta tratta da : Le autentiche ricette della cucina ligure . Ed e.r.g.a. Genova




19 commenti:

letizia ha detto...

leggendo il tuo commento ricco di ricordi ,la mamma , la zia che girava la panissa per un'ora mi tornano alla mente altre prove di pazienza che ho visto affrontare dalla mia nonna con una leggerezza che ora è impensabile ....abbiamo tutti gli aiuti possibili che dimezzano tempi e fatica e forse dimezzano anche la soddisfazione che poteva trovare tua zia, dopo che per un'ora aveva girato con la mano fascita, rovesciare nel piatto la sua perfetta panissa.
Come sempre foto stupende ....brava Chiara

Emamea ha detto...

Bellissime foto e bellissima storia...e, questa volta posso dirlo, buonissima la tua panissa!:)
Un abbraccio, a presto (davvero!!!)
Emanuela

Lefrancbuveur ha detto...

Che buona...è veramente deliziosa :)
Salutoni
E.

Anonimo ha detto...

non conoscevo l'esistenza di questo piatto che cercherò la prima volta che sarò a casa nel tigullio.
da me (provincia di novara) la panissa è un risotto con fagioli, verza, cotenna...
una prelibatezza!
baci paoloc

/Alessandro ha detto...

Veramente molot bello e come al solito ottima presentazione!
Ciao!

matteo ha detto...

Che storia! Non è passato poi tanto tempo ma quante cose sono cambiate anche in cucina...
i sapori almeno quelli restano saldamente ancorati alle radici di ciascuno...

Marcellagiorgio ha detto...

Ummm!!!
era veramente buona!!!
Grazie a te e grazie anche alla zia per la ricetta e la storia!!!

Reb ha detto...

E' bellissima, non posso astenermi dal provarla!
Ma se provassi anche con altre farine leguminose, sarebbe un'eresia??

carola ha detto...

cara Chiara,secondo me, non possiamo fare paragoni con i piatti legati ai ricordi dell'infanzia, i sapori enfatizzati da mille altre sfumature, non saranno più ...come una volta !!

Ilaria per l'aria ha detto...

Certi piatti hanno un ingrediente particolare ed introvabile...l'affetto del ricordo ;-)
delizioso piatto semplice grazie di avercelo fatto conoscere
Un abbraccio

chicla ha detto...

@Letizia : Grazie Lety , un bacione
@Emanuela : a presto ...davvero ;-)
@Lefrancbuveur: Grazie ! un saluto al profumo di mare ;-)
@Paolo : hai ragione , stesso nome per 2 piatti regionali diversissimi ma tutte due buonissimi .bacio
@Alessandro :grazie , detto da te ....con i piatti che prepari !
@Matteo :hai ragione Matteo , è bello custodire le nostre radici , si riesce a guardare meglio il nuovo....
@Marcella: eh eh eh ! bacio
@Reb :ma sai che è un'idea che è venuta anche a me , vedendo le farine di legumi ad Identità Golose ? che dici , proviamo ?
@Carola :hai ragione , l'ho già detto , i cubotti di panissa sgaruppati dalla fretta di mia mamma , erano buonissimi :-)
@Ilaria : Grazie a te , di avermi fatto conoscere una deliziosa minichef :-)))))

san bernardo ha detto...

Chiarissimo...i piatti di quando avevamo...enta o ...anta ...anni in meno erano migliori : li preparavano le nostre mamme o le nonne...a mano...Altri tempi ! Carola , hai ragione pure tu !

Giovanna ha detto...

Ciao Chiara, è stato bello conoscerti ad Identità Golose.
Bello il tuo blog, ottima la panissa.
Come avevamo detto la settimana scorsa, non perdiamoci di vista!

Baci e buona settimana Giovanna

chamki ha detto...

Grazie della visita, sei un'artista, questa presentazione e' molto bella, non sapevo che ci andasse l'aceto sulla panissa, e le cipolline fresche che bell'accoppiata, da qualche tempo sto pensando di farla ma come al solito l'idea di stare davanti al fuoco cosi a lungo non mi alletta, col caldo che fa qui. Ti tengo d'occhio! Ciao.

Caoticadentro ha detto...

...complimenti per il blog, bellissimo, ti scopro soltanto adesso...

...mai sentito parlare della Panissa, peccato perchè mi incuriosisce molto...

...ma vorrei proprio proprio assaggiarla...dunque attendo un sabato pomeriggio in cui non avrò nient'altro da fare che girare per un'ora con un bel mestolo di legno questa leccornia...

...grazie...

Gio ha detto...

adoro i ceci, l'ho assaggiata da un'amica ma attendo di assaggiare la vera panissa a Genova! :)

salamander ha detto...

che buona chiara!

Chiara ha detto...

@San Bernardo : Hai ragione ! bacio
@Giovanna : sono contenta anch'io di averti conosciuta ! Passerò da te , al più presto ....
@Chamki: anche io , ti tengo d'occhio ;-))))))) un saluto ...
@Caoticadentro: grazie , benvenuta , e ...complimenti per il nick !
@Gio :quando vieni a Genova , devi assolutamente venire a trovarmi !
@Salamander : conoscendo un po' i tuoi gusti , immagino che ti possa piacere :-) un bacio

safemeds ha detto...

Una ricetta molto sano e nutriente sicuramente vi ringrazio molto per la condivisione.