domenica 29 marzo 2015

Quiches per l'MTC



La sfida di Marzo 2015 è …….
Così inizia il post della vincitrice .
Quindi pasta brisè sia , ma quella spettacolare di Michel Roux .
Per la ricetta e procedimento andate da lei, lo spiega benissimo !
La dose indicata è sufficiente per due piccole quiches, …..eccole .
Una con un ripieno che mi ricorda qualche viaggetto greco , l’altra con i profumi e i sapori dell’ultima fuitina in valle d’Aosta .
Nella prima , trovano posto delle piccole palline di riso e carne profumate con aneto , menta , prezzemolo ; praticamente il ripieno delle dolmades .
La reale è profumata  anche con zeste di limone per ricordare la salsa avgolemono che avvolge le dolmades .
Nella seconda , un lonzino acquistato ad Aosta in un negozietto dove volentieri mi sarei  fatta chiudere dentro per qualche giorno .
Dicevo ,  il lonzino che insieme a cubetti di patata fanno parte della seconda quiches .
Niente di nuovo , niente di strano , ma se il lonzino è buono buono , e le patate sono Quarantine ……non c’è bisogno di aggiungere  altro
Vabbè , naturalmente  aggiungiamo …..la reale e poi , una colata di fonduta .
Potevo non fare partecipare alla festa ,  una strepitosa fontina d’alpeggio ?
Purtroppo non ho fotografato la fetta , ma ho una foto della fonduta che come recitava il menù è : “ una crema di Fontina servita calda con crostini di pane nero e polenta di
granoturco integrale “.
I crostini di pane erano talmente buoni che li avrei mangiati uno dietro l’altro come biscotti , e la polenta integrale cotta sul fuoco a legna aveva un profumo di affumicato che se chiudo gli occhi lo sento  ancora nell’aria .
Tuffati entrambi nella fonduta hanno creato una poesia .
Devo dire che  anche la …"crema di fontina "calda  colata sulla quiche non era niente male ……

Quiches ricordo di Grecia
150 gr carne macinata
30 gr riso Carnaroli o Arborio
1 cucchiaino cipolla tritata
aneto
menta
prezzemolo
1 limone  bio
sale pepe

2 uova
2 dl panna
50 gr brodo
Lessare il riso . Unirlo alla carne macinata , alla cipolla ed alle erbe aromatiche tritate Salare , pepare ed amalgamare tutti gli ingredienti .  Formare delle piccole polpette.
Disporle in una pentola in un solo strato , coprirle di acqua , aggiungere il succo di un limone , una piccola noce di burro  ed un pizzico di sale .
Lasciare cuocere a fuoco basso per circa 15’ . 
Scolare le polpette e restringere il brodo fino ad ottenere 50 gr di prodotto .
Mescolare le uova con la panna e il brodo ristretto . Unire la buccia grattugiata del limone .
Stendere la pasta brisè foderare una tortiera di 20 cm . Disporre le polpette , distribuire la reale e cuocere a 180° per 30’








Quiches  ricordo d’Aosta
150 gr patata quarantina
50 gr lonzino
1 uovo
150 gr panna
Tagliare la patata a cubetti e lessarla . Tagliare a piccoli cubetti anche il lonzino.
Mescolare la panna e l’uovo , regolare di sale e pepe .
Stendere la brisè e foderare una tortiera di 18cm . Disporre i cubetti di patata e di lonzino , coprire con la reale e cuocere a 180° per 30’ circa
Per la fonduta ho seguito la ricetta di Guido Alciati
200 gr fontina
70 gr latte intero
3 tuorli
Scaldare il latte , aggiungere la fontina tagliata a dadini , e senza mai smettere di rimestare , facendo attenzione a non fare bollire , sciogliere completamente il formaggio.
Aggiungere i tuorli , e cuocere ancora per 3’-4’ a fuoco debole.
Tenere la fonduta in caldo a bagnomaria.
Lasciare intiepidire la quiches e lasciare colare la crema di fontina sulla superficie senza attendere troppo prima di servirla .
Ma questo potevo anche fare a meno di suggerirlo !







Purtroppo ieri sera quando finalmente ero pronta per pubblicare la connessione mi ha abbandonato . Spero che le amiche dell’MTC capiscano la mia …….disperazione !








11 commenti:

Fabiana Del Nero ha detto...

Sister....tu sei una cuoca strepitosa, ma sei davvero, davvero storditissima!!!!!!!!!!!!
Il link lo hai messo almeno????? Dimmi di sì, dammi una gioia chef!!!!!!!!

Chiara ha detto...

Uhhhhhh ! cavolo hai ragione sono davvero stordita :-)
vado subito a darti questa gioia ah ah ah !
Grazie Sister ti lovvio !

TataNora Dellavedova ha detto...

No ma lo SAPEVOOOOOO che mi facevi felice con la quiche delle pallette!!!! Ho continuato tutta la settimana a smanettare con il cellulare perchè non vedevo se pubblicavi... ed ecco che ci sei anche tu.
Ti lovvo anch'io e ti stimo pure!
Nora

Chiara ha detto...

Grazie Nora !
Farei volentieri un poker ......con le tue quiches ;-)
un abbraccio

Giulietta ha detto...

Urka, che buone! Dimmi dove sei, che tu me le fai e io arrivo a mangiarle. Tanto non dovresti essere molto lontana... ;-)

Fabiana Del Nero ha detto...

Giulietta.....è vicina.
Silenziosa, ma vicina!!!!!!!!!!!!
Qui ci vuole un ape per gli mtchini liguri......ma subito ehhhh!!!!!!!!

Mai ha detto...

Una torta salata con delle Youvarlakia?!!!! U mamma non sai da quanto tempo che non ne mangio, avevo pure la ricetta di una amica mia, per metà greca e metà italiana. Pecato che non la trovo più :(

Mi piace tanto l'idea di mettere i ricordi dei posti dentro una brisée!
brava!

Giuliana Manca ha detto...

Dire che è appetitosa è dire poco!!!

Vitto da Marte ha detto...

Meraviglia queste due torte........


ahahahah ah finalmente ho trovato qualcuno che riesce a pubblicare DOPO di me!!!!!!!!!

Vitto da Marte ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
flavia galasso ha detto...

Ma perchè....perchè???? dico perchè hai postato con un giorno di ritardo...sono due bellissime versioni.... SGRUNT!!! ..ora per punizione prossima sifa, posti il prio giorno dopo aver recitato a memoria le regole della sfida!! ahahahahahah, baci Flavia