martedì 27 ottobre 2009

Un post del cavolo !


Anch’io , un post del cavolo !
Anche se leggermente in ritardo , ecco il mio post del cavolo.
Per congratularmi con Sigrid per suo libro del cavolo
Per augurarle che vadano presto esaurite tutte le copie
Per tutti i cavoletti quasi esauriti ad aspettarlo ed ordinarlo (nelle prime ore di uscita )
Per ringraziare la Cavoletta :
della sua simpatia
della sua disposizione a condividere la sua passione
della sua piazzetta dove vado tutti i giorni a trovare gli amici
E per ….. chi non l’avesse mai visto …un primo piano di un cavoletto di Bruxelles
quello meno famoso s’intende !
Un primo piano della pianta , i piccoli cavoletti devono ancora nascere .
Buona giornata a Sigrid e a tutti i cavoletti




Questo non è di Bruxelles , è solo un cavolo , ma magari a merenda.....

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Trattasi comunque di 'brassicacea' che in occasione di contusioni , storte,ed altre amenità dove necessitasse un impacco caldo ,SARA' sempre utilissima :si prende una foglia ,va contusa..[anche lei ? si.], sulla parte dolorante, si stende una garza,sulla garza si pone la foglia di cavolo contusa...si fascia con una benda e si lascia agire.Se scaldasse troppo,nula vieta di togliere il bendaggio,arieggiare la parte e ricominciare daccapo .Tempi lunghi ma garantiti...Il cane montanaro...

Anonimo ha detto...

Poi uno si ammala.....nonè colpa del cavolo ! Ma di chi va a fare le foto di prima mattina , probabilmente poco coperto...tanto c'è il sole...la giornata è bella...fa relativamente caldo....e i bambini si ammalano ! Dopo il cavolo non serve. Il cane filosofo.

vaniglia ha detto...

ecco, che tenero il tuo post...

Chiara ha detto...

@Livio : ciao , e buona giornata !
@vaniglia : Grazie ! mi fanno molto piacere , il tuo commento e la tua visita. chiara

dada ha detto...

Io l'adoro questa pasta, è tutta la genialità della cucina italiana nella sua semplicità. E poi, vogliamo parlare di questi simpatici e teneri broccoli? ;-) Buona serata

dada ha detto...

Ho fatto un commento del cavolo, nel senso che mi sono sbagliata post ;-)
Bella la tua dedica che abbraccio in pieno (pensa che il libro è già arrivato a Parigi non ci credevo)!